INFANZIA

AMPLIAMENTO DELL’OFFERTA FORMATIVA

 

P.T.O.F. PIANO TRIENNALE DELL’OFFERTA FORMATIVA
Scuola dell’Infanzia paritaria a. s. 2019/2022

La scuola diventa laboratorio in cui si attivano modalità di comunicazione che promuovono integrazione e ricerca-azione. Le attività laboratoriali, realizzate dal personale interno, per una giusta valorizzazione ed utilizzazione delle specifiche competenze, coinvolgono tutti i bambini e le bambine che aderiscono e si svolgono nelle classi e in palestra in orario pomeridiano, sfruttando a pieno la potenzialità polissemica dell’ambiente scolastico. Le educatrici hanno sentito l’esigenza di lavorare insieme per condividere le scelte, le responsabilità, i successi e le difficoltà. L’impegno è quello di trovare strategie per favorire il benessere dei bambini e delle bambine. Si utilizza perciò il lavoro in piccoli gruppi (massimo 25 bambini a laboratorio), composti da bambini e bambine di sezioni diverse, come modalità didattica stabile in cui è prevista la compresenza delle insegnanti.

 

EDUCAZIONE RELIGIOSA FINALITA’
In armonia con le finalità generali della Scuola per l’Infanzia, l’educazione religiosa concorre ad avviare i bambini con gradualità a scoprire il significato della propria vita, a crescere nella cultura dell’amore, nella speranza del domani, nella fiducia.

PROGETTO PONTE
La continuità educativa, nello specifico quella verticale, ha fondamenti psico-pedagogici: il processo dello sviluppo affettivo e cognitivo infatti, se ben articolato in stadi, è fondamentalmente unitario e continuo. Continuità: la continuità dell’esperienza educativa, intesa in senso orizzontale (continuità della scuola con le altre agenzie educative quali la famiglia, associazioni culturali, con l’ambiente.), e verticale (continuità tra i precedenti e successivi ordini di scuola), è fondata sul principio secondo cui qualsiasi esperienza, se vuole essere veramente educativa deve porsi in continuità con le esperienze che i bambini quotidianamente realizzano nei loro ambienti di vita.
Le finalità del progetto sono le seguenti:
– Favorire la continuità verticale, attraverso attività condotte in comune con gli altri ordini di scuola;
– Favorire la valorizzazione delle diversità, perché opportunità di crescita; – Favorire l’acquisizione di un identità personale e culturale;
– Promuovere la reciproca conoscenza tra bambini, il rispetto, la solidarietà;
– Promuovere la capacità di scoprire che dietro la diversità delle culture c’è una medesima umanità, una radice comune e che ogni cultura è essenziale alle altre. Il progetto continuità è in corso di attuazione, in particolare per quanto riguarda le classi ponte tra i tre ordini di scuola.

Words kids painted with white gouache on palette of artist with mixture of colors

PROGETTO “PRIMO INCONTRO CON L’INGLESE”
PROGETTO “PRIMO INCONTRO CON LO SPAGNOLO”
Queste unità di lavoro hanno lo scopo di suscitare l’attenzione dei bambini e di stimolare l’interesse per le lingue, tenendo conto delle reali esigenze e curiosità di ogni bambino. Attraverso le avventure del protagonista Wizzy e le attività ad esso collegate, le canzoni da cantare e ballare, i giochi e le attività manuali, il corso fornisce tutti gli strumenti necessari per attivare i canali di apprendimento privilegiati dei bambini rinforzandone, in questo modo l’identità personale, le competenze, l’autonomia. Attraverso le canzoni e le filastrocche i bambini riescono a memorizzare il materiale linguistico e ad esprimere la propria creatività.

 

Corredo: in un sacchetto di stoffa con il nome, mettere:
• 1 tovagliolo;
• 1 asciugamano;
• Dentifricio, spazzolino e bicchiere;
• 1 cambio completo;
• Salviettine umidificate un pacco al mese

CONTATTACI PER MAGGIORI INFORMAZIONI

Inviando questo messaggio accetti il trattamento dei tuoi dati personali. I tuoi dati verranno usati al solo scopo di rispondere alla tua richiesta. per maggiori informazioni visita la nostra pagina relativa alla nostra privacy policy.